Sport di endurance: un aiuto in più dal Cordyceps sinensis

 

Il Cordyceps sinensis è un fungo di origine asiatica, che cresce tra i 3000 e i 5000 mt di altezza, ed è utilizzato da sempre nella medicina tradizionale per via dei suoi svariati effetti positivi e protettivi della salute. In Tibet ha un valore economico molto elevato, che è circa il doppio di quello dell’oro, e rappresenta circa il 50% dell’economia. Dalle popolazioni locali, il Cordyceps è considerato il fungo dell’energia, in grado di sostenere diverse funzioni vitali e per questo utilizzato come tonico e adattogeno.

Negli ultimi anni però, il Cordyceps è entrato a far parte del mondo dello sport, destando l’interesse della scienza applicata alla nutrizione e all’integrazione sportiva per la prima volta nel lontano 1993, quando un gruppo di atlete cinesi si distinse ai Chinese National Games, migliorando i record mondiali sui 1500 e sui 10.000mt. Queste atlete furono sottoposte a test antidoping, risultando negative, ma si indagò riguardo alle loro abitudini alimentari da cui emerse l’uso di estratto di Cordyceps sinensis.

Ora, grazie agli avanzamenti scienza e ai dati a nostra disposizione, sappiamo che l’uso dell’estratto di Cordyceps sinensis svolge un effetto positivo sulla performance sportiva intesa non solo da un punto di vista fisico ma anche mentale.

I dati dimostrano che, una quantità minima di estratto, di circa 500mg al giorno, aumenta la capacità energetica muscolare, ed è utile nella prevenzione dell’overtraining, esercitando anche un effetto protettivo del danno muscolare e di modulazione dell’infiammazione. Oltre ciò, uno studio effettuato el 2007 su un gruppo di atleti all’università di Nottingham, ha dimostrato come l’effetto ergogenico del Cordyceps sinensis è legato anche a una maggiore utilizzazione dei grassi a scopo energetico, e quindi all’ aumento della resistenza.

Questo fa sì che il Cordyceps sia ottimo per gli atleti di endurance e per chiunque sostenga allenamenti o gare ad alta intensità e durata, che, oltre a comportare un notevole aumento del dispendio energetico e la deplezione delle riserve di glicogeno muscolare, sottopone i muscoli e l’intero organismo a stress ossidativo e provoca un certo grado di infiammazione aumentando il rischio di infortuni.

Ecco che il Cordyceps diventa, insieme a carboidrati e proteine, il nuovo alleato del recupero muscolare, ma assunto con regolarità, e in prossimità di gare e allenamenti, aumenta la resistenza alla fatica e la capacità di fornire energia ai muscoli e quindi migliora le prestazioni sportive.

Io quasi quasi lo proverei, e voi?

 

 

J.Zhu, G.M. Halpern and K.Jones: The Scientific Rediscovery of and Ancient Chinese Herbal Medicine: Cordyceps sinesis, Alternative & Complementary Therapies, 4(3-4),289-303,429-457.

 

Chen et al,. Effect of CS-4 Cordyceps Sinensis on exercise performance in healthy older subjects. Journal of Alternative Complementary Medicine. 2010.

 

Chinese fungus and World Record Runners: American Entomologist pp. 235-236 (winter, 1994) Georges M. Halpern

 

Kumar R. et al., Cordyceps sinensis promotes exercise endurance capacity of rats by activating skeletal muscle metabolic regulators Ethnopharmacol. 2011 Jun 14;136(1):260-6.

CONDIVIDI QUESTO CONTENUTO SU: