Per essere un Finisher esiste una dieta ideale?

 

Il triathlon è una disciplina caratterizzata da alti volumi di allenamento: nei periodi più intensi ci si allena tutti i giorni, anche due volte al giorno e gli allenamenti possono essere molto lunghi e faticosi.

Se sei un triatleta, sai che questo e’ fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi, ma allo stesso tempo sottopone l’organismo a un forte stress e lo rende suscettibile a infiammazioni e infezioni.

Quando mi chiedono quale sia la dieta ideale del triatleta rispondo sempre che la dieta ideale non esiste, perché deve essere ‘cucita addosso’ e personalizzata sulla base delle proprie esigenze, ma sono convinta che, in tutti i casi, sia la qualità dei cibi scelti, e non il conteggio delle calorie o la percentuale di carboidrati e grassi a far la differenza.

E’ ben noto infatti, che alcuni alimenti contengono nutrienti funzionali in grado di modulare la risposta infiammatoria cellulare, mentre alcuni comportamenti alimentari o l’ abuso di determinati alimenti, può avere un effetto pro infiammatorio.

Ecco gli alimenti che non devono mancare nella vostra dieta:

  • 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura con elevato potere antiossidante (frutti di bosco, prugne rosse, spinaci, broccoli etc.)
  • 1-2 porzioni al giorno di frutta secca e semi oleosi non tostati e non salati, ricchi di acidi grassi mono e poli-insaturi (i famosi omega 3 ad azione antiinfiammatoria)
  • Olio extravergine di oliva ricco di vitamina E, potente antiossidante
  • Un pezzetto di cioccolato extra fondente (minimo 85% cacao), ricco di polifenoli
  • Te’ verde, ricco di antiossidanti
  • Pesce azzurro, salmone (omega 3)
  • Yogurt o latti fermentati

Cosa evitare?

I cereali raffinati e i derivati dalle farine bianche, i pasti ad alto carico glicemico, che determinano una eccessiva produzione di insulina, un consumo elevato di affettati e formaggi (ricchi di grassi saturi), scatolame o prodotti conservati in generale, ricchi di conservanti e poco funzionali da un punto di vista nutrizionale.

L’immagine che vedete è una ricetta del mio amico Federico, bravissimo atleta ed eccellente cuoco. Si tratta di una tartare di tonno condita con fiori di zucca, semi di lino e sesamo, e olio extravergine di oliva a crudo: un pieno di acidi grassi mono e poli-insaturi, proteine ad alto valore biologico e vitamine ad azione antiossidante. La trovate nel suo blog www.unironmanaifornelli.com insieme a molte altre.

Buon appetito e buon allenamento!

CONDIVIDI QUESTO CONTENUTO SU: